» La Cenetta - 06/02/11
SIR "FISCHIETTO"
Ora non si vede più in giro, ma fino a qualche tempo fa era un personaggio che viveva (dormiva, mangiava, beveva, ecc...) nel ristretto spazio di un giardino collocato in mezzo ad un grande corso di Milano, all'ombra di alti ippocastani, sormontati da una enorme statua di San Francesco. Lo incontravo praticamente tutte le mattine andando in ufficio; io di fretta e pensieroso, lui sempre allegro e fischiettante (da cui il soprannome), vestito con la tipica mise del clochard e armato di una ramazza con la quale raccoglieva con la stessa determinazione di Sisifo e in piena autonomia le foglie morte che poi il vento disperdeva nuovamente... Fra noi due si era formata una cordiale intesa: ciao...ciao; come va... sto ben e ogni tanto qualche mille lire che immancabilmente si trasformavano in un tetrapak di rosso di dubbia qualità. Così per anni; poi una mattina me lo vidi davanti vestito con cappotto a quadrettino con mantellina sul beige scuro, tipo Sherlok Holmes e berretto di quelli con il copriorecchie fissato in cima con un fiocchetto; sembrava ancora più felice del solito e fischiettava con ancora più vigore. Mi colpì e quel giorno sostituii il ciao con un sonoro good morning. Il "miracolo" di questa improbabile trasformazione in perfetto Lord era il risultato di una visita al guardaroba dei vicini Cappuccini dove un danaroso donatore aveva lasciato abiti lussuosi e mai indossati... Così vestito, chissà cosa mai avrà mangiato quella sera; certamente una cena all'inglese come quella che propongo ai miei amici.

Scoth eggs (Uova alla scozzese)
Fate lessare 6 uova, quindi sgusciatele e avvolgetene ciascuna con circa 70 gr di pasta di salsiccia cercando di mantenere la forma dell'uovo; infarinatele una per una, quindi passatele in uovo sbattuto e poi in pane grattato. Fatele friggere in padella in olio già caldo (200 gradi), sino a che saranno ben dorate. Asciugatene con l'apposita carta l'unto in eccesso, tagliatele a metà e servitele su un letto di crescione appena condito con qualche goccia di limone.

Pumpkin Soup (Zuppa di zucca e arancia )
Mettete in forno già caldo a 170 gradi 750 gr di polpa di zucca tagliata a cubetti. Fate cuocere per 20 minuti circa quindi frullatela aggiungendo il succo di una arancia, 600 cl di brodo vegetale caldo e 125 gr di panna liquida. Aggiustate di sale, pepe, noce moscata, un pizzico di cannella e il trito della parte esterna della buccia dell'arancia, quindi servite con crostini di pane.

Sheppard pie (pasticcio di carne e patate)
Rosolate con un poco d'olio in una padella piuttosto ampia circa 600 gr di carne di manzo macinata grossolanamente tenendo la fiamma piuttosto vivace e rimestando per 4/5 minuti; a parte in altro tegame fate soffriggere sempre con olio 4 scalogni corpulenti tritati finemente ai quali una volta imbionditi aggiungerete una mezza scatola di polpa di pomodoro arricchita da un paio di cucchiai di concentrato dello stesso. Proseguitene la cottura per 3 o 4 minuti, quindi raccogliete con una schiumarola la carne e versatela nel tegame di questa salsa e proseguite la cottura a fuoco medio per circa 30 minuti. Nel frattempo riprendete in mano la padella nella quale avete fatto cuocere la carne e arricchite il sughetto residuo con un bicchiere di vino rosso di corpo, un pizzico di sale, una generosa spolverata di pepe e qualche spruzzo di salsa Worchester e fate cuocere a fuoco medio sino a che il sughetto sia ridotto al 50% circa, quindi unitelo alla carne che sta ancora cuocendo. Sempre operando in parallelo, fate lessare 1 kg di patate che una volta cotte e pelate dovranno essere ridotte in purea, aggiungendo 100 gr di burro e 125 gr di panna liquida. Infine aggiustate di sale e pepe. Ponete ora il composto di carne in una teglia da forno e ricopritelo con la purea. Qualche fiocchetto di burro in superficie poi in forno già molto caldo (200 gradi) per circa 10 minuti, sino a quando sulla superficie si sarà formata una appetitosa crosticina bruna. Si accompagna con verdura lessata (cavolfiore, piselli, carote, ecc.) che si serve tiepida e scondita.

Eton mess (Pasticcio di Eton) Spezzettate 250 gr di meringhe, metteteli in una contenitore con 600 gr di fragoloni tagliati a fettine e unitevi 400 gr di panna leggermente montata; mescolate delicatamente, quindi suddividete il tutto in 6 coppe e versate su ogni porzione un paio di cucchiai di sciroppo che avrete ottenuto dopo aver frullato e quindi passato con un colino 200gr di fragoloni, col succo di un limone e 60/70 gr di zucchero.


di: Pierluigi Ramorino
..................................................................................................................................
Condividi | |