La Cenetta - 01/05/11
"CON QUEL CHE C'╚"
La necessitÓ aguzza l'ingegno e la fame pure. Vi Ŕ mai capitato di trovarvi una domenica a corto di cibarie con l'idea di andare a far la spesa al vostro super pensando di trovarlo come al solito aperto e invece... A me si. Di rinunciare alla cenetta non se ne parla, quindi mi sono dovuto arrangiare scavando nei reconditi anfratti del freezer della cantina. Mi sembrava di essere uno di quelli che andarono a recuperare la famosa Tenda Rossa dopo anni dal disastro della seconda spedizione polare di Nobile e vi ritrovarono avanzi di scorte alimentari perfettamente conservate. Nel contenitore del mio pack domestico ho scoperto un sacchetto contenente delle zucchine giÓ affettate datato due anni fa, un altro con altrettanta melanzana e ancora un sacchetto con petti di pollo, un pezzo di salsiccia piccante omaggio di un amico calabrese, alcuni pezzi di formaggio fra i quali una provola affumicata della stessa provenienza e una scatola con i resti di un buon gelato alla crema. Quanto basta per imbandire con qualche integrazione un pasto appetitoso consistente in...

Conchiglie alla (diciamo) calabrese
In padella con olio e cipolla abbondante fate soffriggere e portate a cottura a fuoco moderato per farle ben ammorbidire l'equivalente di un paio di zucchine di media statura. Salate e pepate, poi quando sono cotte mettetele a parte. Nella stessa padella con olio e aglio, fate soffriggere e portate a cottura a fuoco vivace l'equivalente di una grossa melanzana tagliata a tocchetti minuti unitamente a 150 gr di salsiccia piccante tagliata a dadolini. Ora mettete le zucchine nel bicchiere del frullatore ad immersione, aggiungete un paio di cucchiai di olio extravergine e tre cucchiaiate di grana grattugiato, frullate e riducete il tutto in crema. Fate bollire 500 gr di conchiglie in acqua abbondante ed una volta cotte unitele nella padella alle melanzane e alla salsiccia, quindi aggiungete la crema di zucchine eventualmente stemperando la stessa con un poco d'acqua di cottura della pasta. Riscaldate bene il tutto e poco prima di servire aggiungete una dadolata di provola affumicata e, se lo avete fresco, un trito di prezzemolo.

Petti di pollo in salsa agro piccante
Fate scongelare e tagliate a bocconcini i petti di pollo (ne occorrono almeno 700 gr). Infarinateli in abbondante farina, quindi fateli arrostire in padella con poco olio a fuoco vivace. Dopo 3 o 4 minuti spengete. A parte preparate la base per la salsina formata dal succo di un'arancia, una punta di cucchiaino di peperoncino in polvere, altrettanto zenzero in polvere e un mezzo bicchierino di rum e la scorza di mezza buccia dell'arancia (non trattata) tagliata a julienne. Aggiungete questo "intruglio" al pollo, riaccendete a fuoco moderato e proseguite la cottura rimestando di tanto in tanto, sino a che la parte liquida si sia ridotta di almeno la metÓ. A finire un pizzico di sale. Si accompagna con insalatina novella.

Biscottini al gelato
Essendo poco il gelato di risulta dobbiamo integrare il dessert facendo dei biscottini di pasta frolla, semplicissimi e divertenti. Mettete nell'impastatrice del vostro robot 340 gr di burro non da frigo, 170 gr di zucchero a velo e 2 uova. Avviate la macchina e fate girare per un paio di minuti; successivamente con la macchina in movimento aggiungete 450 gr. di farina 00, un cucchiaino di lievito per dolci, 50 gr di cacao amaro, un pizzico di sale e una bustina di vanillina. Quando tutto si sarÓ ben amalgamato, usando una sacca a poche con beccuccio a stella medio trasferite porzionando l'impasto su una teglia ricoperta dall'apposita carta da forno ed infornate a forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti.

Trattandosi di reperti "storici" giÓ abbondantemente ammortizzati nel bilancio familiare la cena Ŕ risultata a costo zero... Comunque la spesa per gli ingredienti principali non raggiunge i 35 euro. I tempi di preparazione sono altrettanto contenuti in 45/60 minuti. Come vino fatevi portare un buon bianco di corpo tipo Vernaccia.


di: Pierluigi Ramorino
..................................................................................................................................
Condividi | |