» Libri - 03/07/11
DON BAGGIOLI PARROCO E GIORNALISTA
La sua storia raccontata con ricca documentazione da Livio Ghiringhelli
Don Enrico Baggioli è un giovane prete che, alla fine dell'Ottocento, viene assegnato alla parrocchia di San Vittore di Varese. Vi resta fino al 1908, quando è nominato prima Vicario e poi Parroco ad Azzate, occupando l'incarico fino quasi alla morte, che lo coglie non ancora cinquantenne.
Una figura bella, intellettualmente vivace, caparbiamente decisa a muovere i passi, allora non facili, nel mondo del primo associazionismo cattolico e dell'affiancamento da parte della Chiesa a lavoratori e lavoratrici. Un giornalista convinto che la cultura sia premessa necessaria e insostituibile di ogni azione politica e sociale. E, soprattutto, un cristiano saldamente legato alla certezza che i valori del Vangelo c'entrino, eccome, con temi forti come la giustizia sociale, la difesa degli operai e dei contadini, il sostegno alle lotte per la loro dignità umana e lavorativa, l'attenzione agli emigranti e alle loro famiglie, alle donne e alla giusta richiesta del riconoscimento della loro importante funzione nella società.
E lui, ad esempio, il fondatore nel 1901 della prima Lega Femminile del lavoro del nostro territorio: donne lavoratrici che si ritrovano a tutelare, sostenute dalla forza dell'essere tante e assieme, i diritti del loro orario di impiego nelle fabbriche, delle mansioni loro affidate, del sostegno economico nella malattia.
L'Oratorio di San Vittore è il cuore della attività pastorale, culturale e sociale di questo giovane sacerdote, instancabile e attento alla realtà del tempo, capace finanche di una lungimiranza singolare. Sulla scia del periodico già esistente La Sveglia del Popolo, che era sorto il 1° maggio 1893 sotto la direzione del canonico Guglielmo Mera e che viene poi soppresso assieme al giornale Il Cacciatore delle Alpi cinque anni dopo, fonda assieme al parroco di Casbeno, don Angelo Del Frate, il periodico cattolico varesino L'Olona, antesignano per certi versi del Luce. A don Angelo sono affidate le pagine più briose, in particolare deliziose poesie in bosino, volte a rasserenare gli animi. Don Enrico si occupa invece delle riflessioni politiche e di carattere sociale. Inizia così a Varese la tradizione del giornale cattolico, che guida la riflessione dei cittadini circa i fatti salienti dell'attualità e della storia. Don Enrico interviene sulle pagine dell'Olona per ragionare di politica, di elezioni amministrative, di problemi sociali della gente e del territorio, costituendo quindi un terreno fertile che potremmo definire di "prepolitico", di formazione e non solo di informazione.
A questo si aggiunge una fervida azione concreta di iniziative nel mondo dell'associazionismo a favore dei lavoratori contadini e operai e nell'ambito della protezione sociale attraverso la Cassa di mutuo soccorso e la Cassa di disoccupazione.
Negli anni in cui poi assume l'incarico di parroco di Azzate, ad una intensa attività pastorale affianca una costante e tenace attenzione alla realtà amministrativa e ai fatti che possono coinvolgere la popolazione e incidere sul buon andamento della vita comunitaria del paese: prende posizione chiara al momento della campagna elettorale per le elezioni amministrative comunali e provinciali ed entra chiaramente e con decisione nel merito di questioni concrete, scrivendo lettere ad amministratori e politici e manifestando sempre la propria posizione, senza cedere a posizioni di comodo "equilibrismo".
È poi il momento della prima guerra mondiale a dargli l'occasione di essere ancor più prete della gente e dalla parte dell'uomo che soffre al fronte, delle mogli e madri a casa ad aspettare un ritorno.
Una bella figura davvero quella di don Enrico Baggioli. Una storia raccontata con dovizia di documentazione dal professor Livio Ghiringhelli nel testo Don Enrico Baggioli: il movimento cattolico a Varese e ad Azzate, edito per i tipi della casa editrice Pietro Macchione Editore.


di: Luisa Oprandi
..................................................................................................................................
Condividi | |