» SPORT - 23/10/11
L'EXPORT DEL BUON CALCIO
Da Palermo a Siena si guarda a Varese
Mangia e Sannino, da Palermo e Siena, rispettivi luoghi di trasferimento, qualche sbirciatina verso Varese la stavano sicuramente dando. In fondo era pur stata l'aria del Sacro Monte a portare in giro per l'Italia quel profumo di fama che, proprio nella città giardino, i due s'erano conquistata.
Profumo gradevolissimo e, quindi, tale da essere piacevolmente respirato anche in Sicilia ed in Toscana pur frammisto, da una parte, a quello di limoni ed arance e, dall'altra, a quello del panforte una volta più noto sotto il marchio Sapori attualmente sotto quello Nannini.
Certo che, guardando, nelle prime fasi del campionato, a Varese ne avevano tratto anche qualche preoccupazione visto lo scarso apparire, sulla tavolozza dei colori, del bianco-rosso locale più sbiadito che brillante.
Giusto il tempo - si diceva - per una preoccupata sbirciatina perché, per il resto, entrambi hanno da pensare ai fatti loro. Soprattutto Mangia che Zamparini dominando, il concetto di tranquillità deve - per forza di cose - averlo riposto in qualche remoto cassetto. Tant'è che, a chi gli chiedeva se - pur andandogli bene le cose - si sentiva tranquillo su quella panchina colorata di rosa e di nero che, sembra, perennemente, collocata, su un deposito di dinamite - rispondeva, prima della trasferta (finita maluccio per i siciliani): "A San Siro riesco a mettere piede. Poi si vedrà".
Quanto a Sannino ha già avuto modo di nettamente dichiararsi soddisfatto del suo Siena e che avrebbe tanto gradito "che il campionato fosse finito subito" (si era alla sesta giornata).
Entrambi certamente - continuando a non accantonare le loro attenzioni verso la città che li ha definitivamente posti all'attenzione del calcio nazionale - avranno preso atto, con piacere, della metamorfosi di un Varese che ha dato una bella rinfrescata allo splendore dei suoi colori grazie ad un allenatore che sembra aver trovato la strada giusta ripercorrendo sentieri piacevoli da seguire così come aveva già fatto il suo predecessore.
E insieme ai nostri ex a godere della svolta sono, ovviamente, i tifosi locali che cominciavano ad apparire piuttosto depressi dopo aver tanto gioito nello scorso campionato.
Ovviamente, tutto è da ricontrollare. Ma intanto è gradevolissimo prendere atto di una scossa senz'altro benefica.


Nella foto: mister Mangia
di: Ettore Pagani
..................................................................................................................................
Condividi | |