» Diario - 23/10/11
INTERVISTA AD ALMA IN PARADISO
Un anno fa la scomparsa della direttrice di RMFonline
Premetto che questa intervista non è frutto di improvvisazione o meglio della proiezione del mio immaginario del Paradiso di Alma. Dice il Signore che chiunque crede e vive in lui, anche se muore vivrà. Credo obbiettivamente che Alma sia in Paradiso per l'esercizio eroico della virtù della carità vissuta sino a dare la propria vita. Ora credo che Alma sia viva e presente e si esprima nella comunione con il suo spirito e la sua anima e come tale sia in rapporto d'amore con me, non so come, perché non lo percepisco con i sensi. Ho pregato intensamente il Signore ed Alma di manifestarsi a me, di comunicarmi il suo amore e credo di essere esaudito anche attraverso questa intervista: una illuminazione dello spirito e della mente, nell'ascolto silenzioso della parola di Dio.

Cosa è avvenuto la mattina del 25 ottobre dello scorso anno e come sei entrata in Paradiso?
Non mi sono accorta di nulla, è stato tutto istantaneo, non ho sofferto, mentre nuotavo serena e rilassata nel mare che tanto amavo, il cuore si è fermato e mi sono trovata immersa in una luce immensa ed intensa che emanava tantissimi raggi e nell'essere presente a Dio ho provato un desiderio infinito di essere una cosa sola con Lui ed un intensissimo fuoco d'amore ha bruciato nella mia anima tutte le mie umane imperfezioni. La gioia più grande è stata riabbracciare papà, che avevo sognato sorridente per la prima volta, la settimana prima di partire, e tutti i miei cari che mi hanno preceduto nella partenza per il Paradiso. Sono rimasta sorpresa perché erano tutti trasfigurati, molto belli e giovani, splendenti di luce, dalle candide vesti, stentavo a riconoscerli nella luce immensa in cui erano immersi.
Di cosa ti occupi in Paradiso?
È un po' difficile spiegartelo, perché viviamo in un'altra dimensione al di là del tempo e dello spazio. Ho la visione del libro della vita su cui sono scritte le nostre vite, il passato, il presente ed il futuro, poi mi occupo di tutti i lavori che facevo sulla terra e che stavo facendo quando il Signore mi ha rapito a sé, perché continuino ad essere realizzati e compiuti nella sua volontà sulla terra. Quindi nella grazia dello Spirito Santo vigilo e suggerisco ai cuori le soluzioni, dono la forza di continuare a chi è affaticato e stanco, dono la speranza nel momento dello sconforto. Sto lavorando molto più che in terra con la onnipotenza di Dio per la realizzazione della sua volontà, dei suoi progetti e disegni di bene e di unità per tutta l'umanità che Dio ama infinitamente, tanto da permettere la morte in Croce del suo unigenito Figlio, Gesù Cristo, perché fosse riscattata dal peccato originale.
Cosa ne pensi di RMFonline cui hai dedicato tutte le tue energie nei tuoi ultimi giorni sulla terra?
Ringrazio tutti della vostra collaborazione sino alla mia partenza. Per la verità il giornale online è ancora più bello di prima e desidero che prosegua e si espanda e che si sia sempre uniti dall'amore al Signore per dare testimonianza della sua "Luce". Non vi scoraggiate perché è un progetto celeste, voluto dal Padre, molti dopo aver letto anche un solo articolo, hanno cambiato il loro atteggiamento nei confronti del Signore e del prossimo.
Come vivete in Paradiso i dolori di questa umanità, la sofferenza degli innocenti, le guerre, le carestie, le catastrofi, i bambini che muoiono di fame, le nostre malattie e i nostri dolori?
Le conseguenze del peccato originale sul creato e sull'uomo sono rimaste e rimarranno sino alla fine dei tempi, così potranno capitare ancora terremoti e catastrofi naturali; pregate però sempre che ciò non avvenga. La Resurrezione di Cristo ha aperto le porte del Paradiso e consentirà il rinnovamento del creato in nuovi Cieli e nuove Terre nella sua seconda venuta con la resurrezione dei morti. Egli con l'incarnazione, morte e resurrezione ha introdotto già il Regno dei Cieli su questa terra con l'istituzione della Chiesa, suo Corpo Mistico, non esiste più un aldilà e un aldiquà. Esiste un unico Regno di Dio di cui tutti noi indistintamente siamo partecipi, anche se noi siamo in un'altra dimensione invisibili ed impercettibili ai vostri sensi umani, ma non alle vostre anime con le quali comunichiamo essendo una cosa sola nella vita di Dio. Ora noi viviamo le tristi vicende terrene nella infinita bontà e infinita misericordia di Dio, che le permette per il rispetto della libertà dell'uomo, ma anche come partecipazione e completamento del Sacrificio di Cristo sulla Croce per la salvezza di tutti gli uomini il giorno del loro Giudizio. Dio non rimane certo impassibile ed invia i suoi Angeli ed i suoi Santi a consolare e confortare le sofferenze dell'uomo soprattutto nel momento doloroso del trapasso al Cielo. Dona il conforto e la speranza. In quell'ultimo giorno, giorno che non conosciamo ma che noi abbiamo già presente, tutto sarà ricomposto nella giustizia infinita e misericordia infinita di Dio. I bambini innocenti morti soffrendo vivranno nella resurrezione della carne la vita eterna e godranno eternamente della beatitudine di Dio Padre.
Perché tanta gente abbandona la fede, con la conseguente scristianizzazione crescente delle popolazioni europee, che vantavano un passato di cattolicesimo fiorente, sino a ripudiare ora le proprie origini cristiane?
Le cause sono diverse, l'opera del maligno si è fatta talmente insidiosa da nascondersi e pervadere la società che ha soggiogata a sé. La sua azione è ancora diretta alla dannazione delle singole anime ma oltre modo ha pervaso del suo spirito maligno la società, per ingannare e sedurre i popoli, cambiando sembianze e travestendosi paladino del progresso, del razionalismo e del soggettivismo delle coscienze, dell'emancipazione e della libertà dell'uomo di intervenire nella nascita della vita e nel concludersi morte. Per la gravità di queste situazioni Dio ha concesso numerose apparizioni di Maria che vi manifestasse la sua infinita misericordia attraverso la sua incessante preghiera ed intercessione, come non è mai stato per il passato. Per i gravi pericoli in cui sta incorrendo ciecamente l'umanità, Dio ha inviato ora sulla terra il capo della Chiesa Benedetto XVI perché la guidi con redini salde sulla strada dell'ortodossia, parli chiaramente in modo che tutti capiscano, richiami tutti i popoli della terra alle ragioni della fede ed alla storicità dell'esistenza e della vita di Cristo, come è narrata dai Vangeli, libri storici. Inoltre ha inviato sulla terra tante anime sante consacrate per lo più sconosciute con la specifica missione di salvare tutte le anime dalla dannazione dell'inferno con la preghiera senza intermissione e l'offerta della propria vita in sacrificio.
Perché mi hai concesso questa intervista?
Per far giungere la mia voce dal Paradiso agli uomini di buona volontà, a testimonianza della sua reale esistenza, perché tutti gli uomini credano nella vita eterna e nell'amore misericordioso di Dio per loro, e nessuno abbia poi a giustificarsi dichiarando il contrario.

Alma Pizzi, direttrice di RMFonline dalla fondazione, è morta il 25 ottobre 2010. È stata ricordata nei giorni scorsi con una messa celebrata nella basilica di San Vittore a Varese


di:
..................................................................................................................................
Condividi | |