Opinioni - 06/11/11
RISCOSSA DEI CATTOLICI
Ricomporre la societÓ all'insegna di valori come la giustizia, la solidarietÓ, la caritÓ
Tramontato il periodo in cui la gerarchia ecclesiastica, rappresentata in primis dal cardinale Camillo Ruini, si era assunta sulle rovine della DC un ruolo guida diretto sul piano sociopolitico, col risultato d'ottenere qualche vantaggio nella dimensione temporale, senza per˛ poter incidere (al di lÓ delle proclamazioni interessate e di comodo di certe forze politiche) sostanzialmente sul piano dei cosiddetti valori non negoziabili e del costume, ora resta a tutti i cattolici impegnati in politica il compito di ritrovare un'unitÓ non di facciata, nÚ di tipo partitico, bensý educativo, prepolitico, di civiltÓ.
Non siamo pi¨ in tempi di guerra fredda, di contrapposizione tra mondo occidentale, o della libertÓ e orientale, o delle dittature. Al di lÓ dei rimpianti e delle valutazioni storiche, anche in positivo, dell'esperienza della DC, sulla scorta dell'invito avanzato dal cardinale Angelo Bagnasco, occorre prepararsi a una ripresa di significativitÓ della presenza e dell'azione dei laici, pur nella diversitÓ delle varie collocazioni e schieramenti, nello sforzo di coniugare la difesa della vita in tutti i suoi momenti e svolgimenti con gli indirizzi e le aperture generose della dottrina sociale cristiana.
In tempi di relativismo culturale disgregatore e di trionfo di una civiltÓ egoisticamente utilitaristica a scapito delle esigenze primarie della persona, bisogna che i cattolici promuovano una ricomposizione della societÓ e delle sue articolazioni, che sia all'insegna di valori come la giustizia, la sicurezza sociale, il solidarismo nella logica della caritÓ.
Di fronte allo snaturamento di funzioni dei blocchi contrapposti, alla tentazione del tutti contro tutti, va riproposto il senso, la stringente necessitÓ di un invito al bene comune (lo Ŕ ci˛ che Ŕ bene anche per il nostro prossimo, su scala planetaria). La pura gestione dell'esistente potenzia i fattori di crisi, la civiltÓ del consumo e dello spreco si rivela devastante in termini di mera alienazione. Ai cattolici, in qualunque settore politico militino, il monito: riscuotersi!


di: Livio Ghiringhelli
..................................................................................................................................
Condividi | |